Scrum un po di storia…

Scrum è un processo incrementale e iterativo di sviluppo del software comunemente usato in quello che è noto come “Sviluppo agile del software”,  è orientato per il management dei progetti  software.

Scrum e i metodi agili si prestano dei processi di sviluppo software perchè si adattano in corso d’opera al processo a seconda di quanto accade durante il progetto. Infatti i progetto software somo per loro natura empirici, ossia hanno una forte variabilità durante il processo di sviluppo (cambiamneto delle variabili di mercato, nuove esigenze del cliente, cambio di tecnologie, ecc…) Continua a leggere

Italian Agile Day 2010, 19 Novembre a Genova

L’Italian Agile Day 2010 è la settima edizione della conferenza gratuita di un giorno dedicata alle metodologie Agili per lo sviluppo e la gestione dei progetti software come eXtreme Programming, Scrum, Feature Driven Development, DSDM, Crystal e Lean Software Development aderenti all’Agile Manifesto.

La conferenza si rivolge agli sviluppatori software, project leaders, IT managers, tester, architetti e coach che hanno esperienze da condividere o che iniziano solo ora ad interessarsi a queste tematiche. Sarà una grande opportunità per scambiarsi idee e condividere esperienze. Il focus della giornata è la conoscenza pratica, le esperienze sul campo e un attivo coinvolgimento di tutti i partecipanti.

L’evento è organizzato dall’Italian Agile Movement che festeggia 8 anni di attività e si terrà Venerdì 19 Novembre 2010 a Genova. Maggiori informazioni sulla sede nella pagina ad essa dedicata.

Italian Agile Day 2010

Italian Agile Day 2010, 19 Novembre a Genova

E’ gia stato pubblicato un primo draft del programma dell’evento.  Per l’iscrizione ancora pochi posti a disposizione.

Tenere le porte aperte…

Gentilissimo dott. Pinco Palla,

La ringraziamo di aver annullato l’appuntamento per il suo colloquio con una mail arrivata un’ora dopo l’orario fissato,  aggiungendo fra le altre cose, di aver accettato un’altra proposta prima di aver sentito la nostra. Apprezzando la sua serietà confidiamo in una futura collaborazione qualora lei si ritenga libero da ogni impegno.

Nel frattempo terremo in seria considerazione la sua posizione conservando il suo cv nel posto più idoneo.

Nuovo Team Agile in Esteco

E’ con enorme piacere e un pizzico di soddisfazione che annuncio la nascita del primo team agile in Esteco….

Team RnD in Esteco

Team RnD

Da circa due anni, più o meno da quando ho iniziato a lavorare in Esteco, predico e racconto di come sarebbe bello usare metodi Agili e in particolare Scrum in azienda.

Dopo molte presentazioni, incontri, fasi di studio e di approfondimento vedo il risultato di quanto investito e quindi  in bocca al lupo a Paolone  e il suo team RnD!!!

Personalmente è una piccola soddisfazione, questo lo considero un risultato della mia attività di “coaching” o meglio di condivisione delle mie, se pur limitate, informazioni in materia. Continua a leggere

Metodi agili per lo sviluppo del software: cosa sono e da dove nascono

Prima di parlare di Sviluppo agile, bisogna parlare di insuccesso, ossia tutte le situazioni che puntualmente si presentano e concorrono per far fallire un progetto software.

Ci sono alcuni fattori, infatti, che maggiormente pesano sull’insuccesso dei progetti e sono :

  1. La stima di costi e risorse. Spesso si sottovaluta il progetto sotto stimando le risorse,  i costi del progetto rischiano di lievitare senza controllo. A questo proposito non è detto che inserendo nuove risorse al progetto, questo riprende vita, anzi le persone devono essere formate sul progetto in corso, quindi le risorse impiegate devono investire energie per la formazione sottraendo enerigia allo sviluppo. Quindi i costi aumentano e lo sviluppo rallenta.
  2. Il progetto è cosi complesso che richiede spesso sforzi importanti di analisi. Il costo e l’investimento per l’analisi di fattibilità è tale che non si prende in considerazione l’investimento sul progetto vero e proprio,  quindi il progetto fallisce prima di cominciare.
  3. Rigidità burocratica, il progetto può risultare irrigidito o burocratizzato da troppi orpelli non sempre utili. E’ meglio impiegare gli sviluppatori per fare codice funzionante che report e grafici.
  4. Bassa la capacità di reazione al cambiamento, può accadere che il contesto cambi, quello che i project manager chiamano lo scope, se non correggiamo la rottta in tempo rischiamo che, a progetto finito, risultiamo fuori mercato.
  5. Le continue modifiche richieste dal committente in fase di sviluppo fanno slittare i tempi del progetto e quindi la data del rilascio viene continuamente posticipata.  Il risultato conseguente è crescita sia dei costi che dell’impazienza del committente, privo di riscontri del suo investimento. Continua a leggere

Tra Corleone e Palermo

Tag

,

Tra Corleone e Palermo
una strada d’incontri e conoscenza

L'ulivo in via D'Amelio

Domenica 12 Settembre, siamo qui in Sicilia da ormai 7 giorni, tra Corleone e Palermo, in 13 venuti da Jesolo nel lontano Nord Est per partecipare al programma di Libera,  lavorare nelle terre confiscate alla mafia, conoscere la storia di questa terra, ascoltare quello che ha da dire la sua gente.

I primi giorni passati assieme ai ragazzi della cooperativa “Pio La

Vendemmia con la coop. "Pio La Torre"

Torre” nel vigneto nell’ agrigentino per la vendemmia del loro Nero D’Avola. Giorni trascorsi tra albe che sorgono (vista la sveglia), grappoli d’uva, sorrisi e molte speranze. Speranze per il raccolto, speranze di cambiamento, speranze una di vita migliore all’insegna della legalità.

Il nostro programma prevede oltre alla vendemmia anche una serie di incontri e testimonianze. La prima è stata con Floriana, l’unica ragazza dei soci della cooperativa “Pio La Torre”. Ci ha spiegato un pò il percorso che ha portato alla nascita delle cooperative e delle difficoltà che hanno avuto e che hanno nella loro gestione, ciò nonostante vanno avanti per la loro strada con entusiasmo e speranza. Continua a leggere

La mattonella mancante

Durante un viaggio, ricevetti un fax dalla mia segretaria.

“Una mattonella in vetro necessaria per la ristrutturazione della cucina risulta mancante” scriveva. “Invio il progetto originale e l’intervento proposto dal muratore per ovviare alla mancanza”.

Sul primo foglio, c’era il disegno che aveva fatto mia moglie: file armoniose di mattonelle, con un’apertura per la ventilazione. Sul secondo, il progetto che avrebbe compensato la mancanza: un autentico rompicapo, dove i quadrati di vetrocemento erano assemblati senza alcun canone estetico.

“Acquistate la mattonella mancante,” scrisse mia moglie. Fu seguita la sua indicazione e venne mantenuto il disegno originale.

Quel pomeriggio riflettei a lungo sull’accaduto: molte volte, per la mancanza di una sola mattonella – di un semplice tassello – deturpiamo completamente il progetto originale della nostra vita.

Paulo Coelho – Sono come il fiume che scorre.

Non vorrei sembrarle opportunista…

Tag

Premessa la mia tessera che funge sia da bancomat che da visa per qualche misteriosa ragione ha deciso di fare i capricci.

La capricciosa infatti una volta inserita in un bancomat girava subito nei “servizi internazionali” io ignaro di tutto ciò digitavo il pin del bancomat (e non quello della visa).

Come potete capire alla terza volta il bancomat della microscopica filiale del consorzio dell’Area di Ricerca di Trieste decide di ritirare per sempre la capricciosa tessera con annesse imprecazioni e smadonnamenti vari del titolare…

Stamattina alle 9.00 mi reco alla filiale per vedere di recuperare la tessera, il cartello posto vicino alla porta cita orario di apertura 8.25 ma di persone all’ingresso neanche l’ombra…

Dopo un quarto d’ora ecco spuntare l’operatore dal bar vicino e aprendo la porta della filiale mi chiede “è molto che aspetta?”, vi risparmio la mia risposta…

Spiego la situazione della rapa e della fava e lui “be vede non gestiamo noi direttamente il bancomat… yada yada yada… questione di sicurezza… yada yada yada… guardia giurata… yada yada yada… forse due giorni forse una settimana”

E conclude “Non vorrei sembrarle opportunista, ma abbiamo un prodottino che le farebbe comodo”
io: “Appostocosi grazie”
“No ma è gratuito… yada yada yada… convenientissimo”
“Forse non ci siamo capiti, grazie e arrivederci”

Tempi Come Questi

Tag

Foo Fighters

Sono un’autostrada a una sola corsia
Sono quello che se ne va,
ma poi ti segue fino a casa
Sono un lampione che illumina
Sono una luce selvaggia che ti acceca col suo bagliore
e che brucia solitaria

E’ in tempi come questi che impari a vivere di nuovo
E’ in tempi come questi che dai e dai ancora
E’ in tempi come questi che impari ad amare di nuovo
E’ in tempi come questi che hai tempo ed altro tempo

Sono un nuovo giorno che nasce
Sono un cielo nuovissimo
a cui appendere le stelle stanotte
Sono indeciso,
rimango o me ne vado
e mi lascio tutto alle spalle?

E’ in tempi come questi che impari a vivere di nuovo
E’ in tempi come questi che dai e dai ancora
E’ in tempi come questi che impari ad amare di nuovo
E’ in tempi come questi che hai tempo ed altro tempo

Non spararmi Babbo Natale

Brandon : “Oh Babbo, Ti stavo aspettando!”

Babbo Natale : “La cosa è divertente bimbo perchè sono venuto per te!”

Brandon : “Oh Babbo, Ho ucciso solo per divertimento”

Babbo Natale : “Beh la festa è finita bimbo! Perchè… Perchè ho una pallottola nella mia pistola”

Brandon : “Una pallottola nella tua cosa?”

Babbo ha una pallottola nella sua pistola, Lo sai?
Babbo ha una pallottola nella sua pistola

Brandon : “Non spararmi Babbo Natale, sono stato un bambino onesto, te lo giuro! Ho fatto tutto quello che mi chiedevi, Non posso credere alle cose che mi stanno succedendo. Non spararmi Babbo Natale! Non c’è nessun altro in giro che mi creda. I bambini del vicinato mi fanno i dispetti non potevo fargliela cavare così facilmente”
Continua a leggere