Sabato sera di ritorno dal Losson della battaglia, dove ho assistito alla performance dei “dolcissimi” Rumatera (Grandi!!! 😉 ) mi sono fermato a mangiare un panino al McDonald (lo so… ma di tanto in tanto amo farmi del male…) con un paio di amici.

In questi giorni a Jesolo c’è il GF city dove tra le altre cose stanno facendo le selezioni per la prossima edizione del grande fratello… Essendo il Mcdonald vicino al eXite dove c’è tutto sto circo, si puo immaginare cosa c’era la dentro.

Ora parlando con un’amico che era con me quella sera mi raccontava del “dierto le quinte” del baraccone messo in piedi, ovviamente nulla di pulito… Bè alla fine questo è il “magico mondo dello spettacolo” fatto di carta patinata e gente che se la tira e che sotto la scatola c’è tanta di quella caccca che metà basterebbe!!

Penso sempre più che in quel mondo dove la parola d’ordine è APPARIRE, si vende l’anima (e non solo) per 15 min di notorietà per un’emozione di un’attimo, un’emozione artificiale che sa di artefatto, e penso che fine della fiera è un fuoco di paglia.

Quel mondo lo sento sempre più lontano da me, dal mio modo di “intendere vita”, preferisco le emozioni vere quelle emozioni che ho visto nei ragazzi che erano con me in Islanda, nelle persone che ho incontrato in Abruzzo e che incontrerò nel corso della mia vita relale non quella patinata dello spettacolo.

Annunci